anno 1196

 

Dalla Chiesa edificio alla Chiesa comunità
La Festa patronale 1996 fa vivere oggi quella realtà di "popolo di Dio, sua chiesa" che ha trovato un punto di inizio significativo nel lontano 1196, anno di edificazione del primo nucleo della Chiesetta dei SS. Gervaso e Protaso. Non ricordiamo gli 800 anni perché sono tanti, ma perché dobbiamo con stupore e gratitudine riconoscere che è lo stesso amore che si esprime ancora oggi, anche se in modi ed espressioni diversi. Certamente coloro che sentono la "chiesa antica" come storia propria sono sempre più una minoranza, ma il senso di appartenenza a quel Cristo, che nella Chiesa è una Presenza viva per l'uomo e per la società di ogni tempo, deve far sentire caro e familiare quel luogo dove si è radunato per tanti secoli il popolo dei salvati. Si comprende allora perché far memoria viva di quell'inizio voglia dire riconoscere ed annunziare a tutti che le varie "opere" della Comunità cristiana oggi esprimono e propongono ad ogni persona la realtà del Cristianesimo: tutto è segno di Cristo per noi. "Maria che hai portato dolcemente l'Immenso dono d'amore Ti riconosciamo veramente Madre della Tradizione, di Cristo e della Chiesa, e ti facciamo festa perché rigeneri continuamente il Tuo figlio per noi e per tutti ".

E' una bellissima storia è la nostra se non la conosci puoi leggerla Clicca Qui